martedì 24 marzo 2009

Tranquilli, è sempre lo stesso.....

“Occorre insistere molto sul lato regionalista del movimento. E’ un buon modo per non essere considerati immediatamente fascisti nostalgici, bensì come una nuova forza regionalista, cattolica, eccetera eccetera… ma, dietro tutto ciò, siamo sempre gli stessi”. E’ l’ultima uscita in ordine di tempo dell’euro-deputato leghista Mario Borghezio video-registrata da CANAL PLUS a margine di una manifestazione del movimento neo-fascista francese Nissa Rebela .
Per capire che cosa sia il Borghezio è giusto ricordare che prima d’inventarsi le camicie verdi amava molto quelle nere. Negli anni '70 era militante di Ordine Nuovo, gruppo di aperta ispirazione nazista, corresponsabile di molte stragi che insanguinarono l'Italia in quegli anni.
Oggi Borghezio è un fiero oppositore alla società multirazziale e difensore al contempo della "purezza della razza padana"(?). Un concetto, quest’ultimo, che sente particolarmente e spesso finisce al centro dei suoi sempre acuti interventi congressuali e non. Di seguito qualche altro stralcio del Borghezio-pensiero.

  • "queste brutte barbe (i musulmani), questi pupazzi con la palandrana, un giorno o l'altro li prendiamo per la barba e li cacciamo via a calci in culo"
  • "no a gli islamici che rompono il cazzo nelle scuole"
  • Sul sindaco di Erba che aveva fatto rimuovere una stele con il sole delle Alpi e la scritta "Piazza Padania" posta dai leghisti nella piazza della stazione, Borghezio disse: "Il sindaco di Erba ringrazi Iddio che la Padania non è la Corsica, dove, se un sindaco filo-francese osasse attuare uno sgarbo del genere al sentimento della popolazione locale, finirebbe sicuramente di vivere"
  • "Sono venuto molto volentieri, ma per quanto mi riguarda questa è l'ultima manifestazione senza bastoni. Cominciamo a dare segnali, e un bel segnale è una scarica di legnate; controlliamoli noi con delle ronde questi posti, e siccome sono luoghi impervi appoggiamoci a sostanziosi bastoni" .
    "Pensate se ai nostri nonni avessero raccontato che noi ci facciamo togliere i canti natalizi da una banda di cornuti islamici di merda. Per gli Imam, per tutte queste palandrane del cazzo, che circolano liberamente"
  • Borghezio ha chiesto inoltre "vagoni piombati" per gli immigrati e di "sparare agli ai barconi" che trasportano gli irregolari nel Mediterraneo.
  • Ama definire l'elettorato di sinistra "froci e amici dell'Islam".
  • Nel 2000 lo ricordiamo per la provocatoria operazione di "disinfestazione razziale". Salito su un treno, si esibì di fronte alle telecamere in una spettacolare operazione di "pulizia etnica", spruzzando detergente e deodorante su alcune donne di colore e sui sedili dove sedevano.
  • Nel 2002 viene condannato per l'incendio che appiccò, guidando in spedizione le camicie verdi, alle baracche dove dormivano alcuni extracomunitari, sotto un ponte di Torino.
  • Nel 2007 viene arrestato a Bruxelles per aver partecipato ad una protesta contro gli islamici, manifestazione proibita in anticipo dalle autorità belghe perché apertamente razzista. Viene inoltre cacciato dalla polizia tedesca e dal sindaco di Colonia, perché considerato un "nazista in doppiopetto" che non ha il diritto di parlare in uno stato democratico.


Davanti a tutto ciò sono certo che la Lega Nord, onde tutelare l'onorabilità delle proprie battaglie, che non hanno alcun che di fascista, provvederà ad espellere dal partito l’eurodeputato Mario Borghezio già nelle prossime ore o giù di lì..

1 commento:

Saverio ha detto...

Fa piacdere che qualcuno copia gli articoli che gli amici scrivono sul loro sito... :)))