venerdì 1 ottobre 2010

Cover dalla cameretta

Io ho una mia idea sulle cover: vengono meglio se l’originale non sia stato propriamente un successo planetario. Si perché altrimenti tu ci puoi mettere tutta la creatività ed il talento di questo mondo ma il confronto lo perdi. A tutti, dopo poche note, scatta il paragone e non c'è più partita

Questo lo pensavo fino a ieri perché i Pomplamoose mi hanno insinuato quantomeno il dubbio che si possa regalare una seconda vita indipendente anche a pezzoni che sembrerebbero inattaccabili.

I Pomplamoose sono un duo statunitense formato dal polistrumentista Jack Conte e dalla cantante/bassista Nataly Dawn. Il loro lavoro? Frullare e riassemblare in chiave elettro-jazz più o meno tutto quello che gli passa sotto al naso. Da Lady Gaga a Beyonce, dagli earth wind & fire a Edith Piaf. Il risultato è davvero buono anche perché rimane solo la struttura degli originali, tanto che nella maggior parte dei casi questo si rivela un valore aggiunto.

Sono anche un esempio estremo di autarchia alla faccia delle major: per sala di registrazione usano quella da pranzo, si girano in proprio i video e la vendita dei pezzi avviene solo su internet dove per altro la maggior parte delle loro versioni è scaricabile gratis legalmente dal loro sito.

Per presentarli ho scelto Beat It dello schiarito e trapassato Michael Jackson, buon ascolto...

14 commenti:

Berica ha detto...

In questo caso a perderci, nel paragone, è sicuramente l'originale.
Grazie a te e a questi magnifici ragazzi, riesco ad apprezzare un brano che prima non mi entusiasmava...

Juliet ha detto...

La base è molto interessante, ma Jackson vince :)

il Socio ha detto...

c'e' qualcosa che trovo insopportabile nella voce di lei, ma non so dirti cosa.

rilancio con:

http://www.youtube.com/watch?v=HyfcOriVKBM

Lucien ha detto...

Non male questo arrangiamento. Quello che oggi si riesce a fare in casa è incredibile. Il resto lo fa la rete!

Faustiko ha detto...

Beh, Rooob! A 'sto giro devo ammettere che ci hai beccato alla grandissima! Questi son fortissimi... e che gusto con gli arrangiamenti! Se mai gli facessero un po' di pubblicità potrebbero bissare il successo dei THE TING THINGS...

ReAnto ha detto...

a me questi gruppetti che si danno da fare su internet e cercano di venir fuori ,mi entusiasmano . Bravi
:)

zefirina ha detto...

io di pseudo cover di questa canzone conoscevo questa esilarante

http://www.youtube.com/watch?v=HyfcOriVKBM

Lorenzo ha detto...

Hanno i genitori ricchi o si guadagnano la pagnotta in altro modo?

valeriana ha detto...

come ha detto il produttore david zard la musica di michael jackson può essere arrangiata come musica sinfonica o jazz come già è avvenuto, perchè la sua musica non morirà mai. è un gruppo molto motivato, bel suono, solo che c'è poco di geniale e creativo su musica originale già esistente soprattutto dove non c'è nulla da rielaborare a livello di musica leggera, in quanto michael sapeva raggiungere la perfezione lavorando giorno e notte per mesi solo su un pezzo.

Tyler Durden ha detto...

@ Berica: ahahah.. esagerata. io c'ho messo giusto il link e il mio parere. :-)
@ Juliet: forse ssi, forse no. diciamo che dopo 25 anni e passa preferisco "sentirla" un poco diversa.
@ il socio & zefirina: mitttico, abbiamo tutti gli stessi trascorsi allora!! weird al jancovich è stato un genio comico incompreso ai più... :-)
@ lucien, Faustiko, Re Anto: vero, bisogna aver solo la voglia ed il tempo di cercare. questa volta mi è andata di lusso.
@ lorenzo: non mi è dato saperlo, comunque dalle loro note su wikipedia pare che abbiano venduto on-line 100.000 canzoni nel solo 2009. Se fosse vero anche per la metà, ci campi meglio che ad avere genitori ricchi...
@ valeriana: mo' adesso non so più se stessi parlando di Jackson o Beethoven. Nel primo caso forse Zard aveva tirato di coca..

Faustiko ha detto...

Oh... le sto riascoltando tutte... cazzo, questi dovrebbero essere in tutte le radio del mondo!!! S-p-a-c-c-a-n-o i-l c-u-l-o!!!!
Hanno un gusto pop per (ri)arrangiare da far paura... altro che Mika!

valeriana ha detto...

vedere su youtube human nature di michael come pezzo jazz eseguito dal grande miles davis

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Io credo che le cover possano sempre riservare sorprese quindi mi piace sempre dargli una chance. Pensa che sono un devoto di Giuliano Palma ad esempio... Questa versione di Beat it ha un bel video, un'ottimo arrangiamento, però la voce della cantante ha qualcosa che non mi convince. Ritengo superiore l'originale. Però non è niente male.

Emanuela ha detto...

non li conoscevo, grazie! lui che suona gli strumenti giocattolo e' fortissimo, lei impassibile, muove solo gli occhi, voce particolare... bel mix!