martedì 25 novembre 2008

Prima neve

Mentre la cammellata di otto SUV nippo-tedesche scende giù per la mia strada ai 10 all’ora, il postino del paese su Panda Young infila un mega sorpasso su due ruote ai 100km/h, cantando fratelli d’italia. Intanto, disposti lungo il ciglio della strada, una decina di pinguini fa il tifo. Spera che almeno uno dei pachidermi finisca nel fosso.

Io sono fermo dall’altra parte, in fondo alla discesa. Sto invocando dio perché dia una mano alla mia trazione posteriore.
Mi arriva un sms: “piantala di rivolgerti a me solo quando sei nella merda, questa volta ti arrangi !!”.
Poi a volte mi chiedono perché io abbia così poca fede.. vabbuò.

Mi restano due alternative: sedermi con i pinguini e confidare in una primavera anticipata o sfidare natura ed elementi ed avanzare nella tormenta. Dopo un breve summit con me stesso, valutato che si vive una volta sola ed è giusto scegliersi un’uscita di scena alla grande, decido di avanzare. I pinguini applaudono. Alla partenza della spedizione suicidio, mi viene incontro un tizio sceso da un mega-Pajero, blatera frasi senza senso.. ha gli occhi fuori dalla testa.. parcheggia (si fa per dire) il suo mezzo-camion nel fosso con le 4 frecce accese, poi scappa urlando verso la statale sbracciandosi verso chiunque “ di qui non si va più avanti ! lasciate ogni speranza… AAArgh !!”.

Sospiro e dopo aver salutato i pinguini decido di partire.
O meglio: decido di partire io, l’Alfa però non ne vuole sapere... C’è solo una ruota che gira l’altra è immobilizzata (motivi personali che non vuole rivelarmi...) intanto il fosso/baratro che ha ingoiato il Pajero è a pochi millimetri.
Sospiro di nuovo. Anzi a dire il vero ansimo proprio, in effetti il termine più corretto è mi cago in mano, ecco.

L’effetto lassativo ha però di buono che ora le ruote girano tutte e due ma non si avanza ugualmente, anzi scivolo indietro, assenza di aderenza. Ad una più attenta analisi, assenza di ogni comando.
Mi sento come uno di quegli astronauti nei film di fantascienza che a bordo di una navicella senza più motore si allontana nel silenzio cosmico, destinato a perdersi nell’immensità siderale.

E’ in quel momento che mi appare sul sedile del passeggero Obi-wan Kenobi.
- Usa la forza Luuuuke.. usa la forza !.
- Ma maestro .. non mi chiamo Luke !
- Usa la forza uguale, pirla.
Traduzione : Scendi e spingi perché ti sei piantato, pirla.
- Maestro, l’epiteto “pirla” l’ha usato due volte.
- E’ un rafforzativo per spiegarti il concetto..
- Cioè che devo spingere ?
- No che sei pirla, il concetto di “spingere” viene dopo…
- Oh, non potevo aver la visione di un maestro meno stronzo ?
- I maestri duri sono quelli che temprano il carattere. E poi poteva andarti peggio, ti poteva toccare vecchietto giapponese di karate-kid, quello di “togli la cera- metti la cera”….

Finito di usare la forza rientro in auto e do un alito di gas. L’auto si muove, in tutte le direzioni meno che in avanti. Morirò sotto ghiaccio è il mio mantra nei quindici minuti successivi.


Poi all’improvviso ecco una luce bianca, potente che appare davanti a me.
Nessun tunnel o cori di voci bianche, come esperienza di morte extra-sensoriale non è quella classica ma questo è quello che passa il convento. Abbandono l’acceleratore, sia fatta la sua volontà in cielo e così in terra.. etc..

Il tipo sullo spazzaneve mi passa accanto e mi benedice come l’arcangelo Gabriele. Fine della visione, strada sgombera. Hallelujah.

9 commenti:

marlene ha detto...

Se tu avessi seguito tutte le puntate di Mc Giver ora sapresti che quando le ruote non girano devi infilarci sotto qualcosa, anche solo un giornale per far avanzare la macchina di quei 10cm che è difficile spingere mio piccolo Jedi.

Infinito ha detto...

ahahahahah.... Ma come farei senza i tuoi blog.. O mio Capitano..che la forza sia con te.. Io non aggiungo altro.. hihihi

Cris

Anonimo ha detto...

Come ti vengono in mente certi pezzi??? L'SMS ultraterreno é spettacolare! Anche Dio si aggiorna e sta al passo coi tempi!

Cmq...guarda che la tua Alfa é a trazione anteriore...

/K

the ashtray girl ha detto...

ah ah ah ah! salutami obi wan la prossima volta..e ricorda che ci sono ridenti cittadine di pianura dove non si sentiranno gli uccellini ma almeno non ci sono fossi..e soprattutto non nevica!

Jacqueline ha detto...

HAHAHAHAHHA ma i pinguini erano quelli di Madagascar?

Anonimo ha detto...

Il postino ha capito tutto!!!!
W il Pandino!!

Saverio Luzzi ha detto...

Ti stanno prendendo per il culo...

Orso ha detto...

Così impari a vivere in montagna... nella bassa al massimo un po' di nebbia!!!

Anonimo ha detto...

Sei fantastico! :D
Sono capitata qui cercando su Google una striscia dei Peanuts sul Grande Cocomero.
Ho spammato un po' il tuo blog da anonima anche perchè non riesco a muovermici bene.
Ripasserò :)

Ad maiora
Semprepercaso