venerdì 16 luglio 2010

Precisazione a beneficio degli elettori

L’onorevole Fiorella Ceccacci Rubino ci tiene a far sapere che non è mai stata diretta da Tinto Brass. L’episodio dei Corto Circuiti Erotici di cui era protagonista l’ex attrice, ora parlamentare PDL, vedeva Tinto Brass come solo attore e non dietro la macchina da presa, e c’è la sua porca differenza se permettete!

L’onorevole Rubino, condivide come molte sue colleghe di partito, un recente passato nel mondo dello spettacolo. Prima del parlamento ha trascorso gli ultimi due anni in giro per l’Italia nei panni della “Rosetta” del Rugantino. Prima c’erano state parti in drammi shakespeariani e anche un’apparizione in tv nella fiction “Un posto al sole”.

Il suo impegno pubblico non è stato però improvviso: Ha sempre fatto attività politica dal 1993, da quando è nata Forza Italia è stata in prima linea alle manifestazioni di partito. In questi anni ha realizzato anche uno spettacolo tratto dal Libro nero del comunismo che viene spesso trasmesso in tutte le sedi dei Circoli della Libertà.

Alle malelingue che insinuano che sia stata scelta personalmente da Lui risponde piccata: “No, collaboro con altri politici importanti che hanno saputo sostenermi e apprezzarmi come il senatore Lucio Malan, ex vicepresidente del Gruppo Forza Italia."

13 commenti:

Itsas ha detto...

vorresti forse insinuare che è stata scelta per le sue "doti artistiche" più che per le sue "capacità politiche"

ma guarda che sei proprio un malpensante!

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

dovrebbe vantarsi più di aver fatto un film con tinto brass che non di aver seguito forza italia fin dall'inizio...

Tyler Durden ha detto...

@ itsas: nekl suo curriculum c'ha pure un'apparizione a "100 vetrine", non è da tutti!!
@ marco: ti prego, recupera quel filmazzo e facci una recensione delle tue.

pietro ha detto...

Un sospirone di sollievo; nel periodo di oscuramento informatico, quello che mi ambasciava di più era proprio il dubbio che la sua carriera fosse stata 'agevolata' dal suo fisico.
Nel mio piccolo sapevo, ma la tua conferma ha un peso risolutivo.
E anche i dubbi verso la grande ammucchiata in gonna-pantalone facente parte del nostro 'illibato' governo, ne escono ridimensionati.
'Illibato' perché, invece, l'immagine di purezza, se non di verginità, ne esce visibilmente rafforzata, e non saranno una ventina di pecore nere che la offuscheranno.
Tié, sono proprio contento...

ReAnto ha detto...

Non metto in dubbio il suo impegno "pubblico"
Che tu sappia,ha mai fatto la pubblicità di Omino Bianco quello che lava a 90 gradi :)

... daisy... ha detto...

io credo che questo post si commenti da solo... come la politica e le onorevoli del PDL... che tristezza...

S ha detto...

E' proprio vero: c'è la sua PORCA differenza e non capisco come facciate a non vederla...

Juliet ha detto...

Tinto Brass attore non è mica la stessa cosa. La differenza è a-bi-ssa-leee!Ma stiamo scherzando? :D
L'hanno sostenuta ed apprezzata, mmmm! I doppi sensi si sprecano!

Tyler Durden ha detto...

@ pietro: il tuo "oscuramento informatico" era opera dei giudici comunisti, poi è arrivato B. ti ha aggiustato la linea e ora sei libero di leggere finalmente tutte le gesta che compiono quotidianamente!!
@ re anto: no, questa preferisce i 180 gradi. temperatura decisamente più alta ma molto più comoda..;-)
@ daisy: mica vero, secondo me personcine del genre non si commentano mai abbastanza...

S(averio): uno come che ama il teatro mi mi meraviglio che non possieda una copia del suo celeberrimo spettacolo tratto dal libro nero sul comunismo!!
@ Juliet: ma che stai pensando?!? ma vuoi dire forse che.. ommioddio, tu la stai tacciando di essere lì non in base ad una durissima selezione squisitamente politico-meritocratica! vergogna solo pensarlo!!!

S ha detto...

Ce l'ho, non potrei non averlo...

Simona ha detto...

E' risaputo che Tinto Brass ami selezionare le attrici in base al fondoschiena,così, visto l'esito positivo del provino e constatato che la prassi è più o meno la stessa, l' Onorevole ha visto bene di -aprirsi- anche al mondo della politica. Dopo tutta questa fatica non credete che abbia diritto ad una comoda poltrona in Parlamento per far riposare il -retrobottega-?
Almeno si scambiano favori reciproci, niente di più...ma come fanno i politici a far stare buoni tutti i Trans che frequentano? Oltre a pagarli e a -suicidarli- non potranno mai riempirne il parlamento, sarebbe troppo evidente la cosa... o il coso, come meglio preferite,quindi come caspita fanno??

Juliet ha detto...

@ Tyler: ahahahah! :***

Lucy ha detto...

Mmmmmmmmmmmmmm.....
Non sono persuasa ;)